Necronomicon edizione speciale

Questa edizione speciale MMXVIII del Necronomicon contiene:

Necronomicon: Il Libro segreto dei Nephilim
Il Necronomicon è un trattato di Ars Goezia che insegna come entrare in contatto con antiche entità che un tempo, prima della caduta, regnarono sovrane su questa Terra. Coloro che H. P. Lovecraft chiama “Grandi Antichi” nei suoi racconti, in cui antichi saperi si fusero con la sua fantasia. Ciò che infatti Lovecraft chiamò Necronomicon, era il Libro segreto dei Nephilim…

Il Diario di Azarak
Una cronistoria dettagliata di appunti che descrivono le esperienze di alcune persone che hanno provato a mettere in pratica i contenuti racchiusi nel Necronomicon, per sperimentarli.

Una testimonianza esclusiva e inedita scritta da chi – dopo aver comprato il libro Necronomicon: Il Libro segreto dei Nephilim – in seguito ad alcuni sinistri avvenimenti accaduti nella notte di Halloween 2015, si è convinto della veridicità dell’opera e ha deciso di compiere i rituali che essa descrive.

Particolarità dell’opera:

La copertina è stata realizzata in modo artigianale con un elegante telato nero e incisioni dorate.

Edizione a copie numerate, realizzata per chi ama le cose rare e preziose e per i collezionisti.

Quest’Opera Arcana è stata realizzata in un lussuoso formato 12×17 cm di 240 pagine, su carta avoriata.

Il prezzo di ogni esemplare è di € 90,00

L’Opera è disponibile in un numero limitato di esemplari a questo indirizzo: Necronomicon edizione speciale

Necronomicon edizione speciale

Necronomicon edizione speciale versione Simon Mago

È stata realizzata anche una seconda versione dell’Opera, ancora più esclusiva, stavolta con la copertina in pelle, creata dall’Artista Simon Mago.

Quest’Opera meravigliosa costa € 150,00 e al momento è disponibile in 1 solo esemplare a questo indirizzo: Necronomicon edizione speciale Simon Mago

Necronomicon edizione speciale Simon Mago

Annunci

La Ruota dell’Anno – Feste pagane

Samhain
31 ottobre/1 novembre – Conosciuta anche come Festa delle Ombre e festeggiata dai diurni come Halloween, è la terza e ultima Festa del Raccolto e rappresenta sia la fine che l’inizio dell’anno rituale, un momento di transizione in cui il Velo che separa i nostri mondi si assottiglia: è la Notte degli Spiriti, il momento più propizio in cui i vivi possono comunicare con i morti e quindi la più importante celebrazione del Culto degli Antenati.

Yule
21/22 dicembre – Conosciuta anche come Festa delle Luci, è l’antica Festa di Mezzo Inverno e celebra l’avvento dell’Antico Dio dalla lunghe corna, che avrà luogo con il Solstizio d’Inverno, che rappresenta simbolicamente la rinascita del sole e quindi una prosecuzione della vita dopo la morte.

Imbolc
2 febbraio – Conosciuta anche come Festa delle Torce o Candelora, è la prima Festa della Fertilità, ma anche una celebrazione della luce, in quanto il periodo del lungo buio è quasi terminato. È un momento particolarmente propizio per invocare la protezione degli Antichi Dei, su di noi e sui nostri cari.

Ostara
21/22 marzo – Conosciuta anche come Primiera, è la seconda delle tre Feste consacrate alla Fertilità che cade in prossimità dell’Equinozio di Primavera e celebra il risveglio della vita e quindi un momento particolarmente adatto per propiziare la nostra prosperità, seminando ciò che vogliamo raccogliere a piene mani.

Beltane
30 aprile/1 maggio – Conosciuta anche come Calendimaggio, è la terza e ultima Festa della Fertilità, che ne rappresenta il culmine, in cui ha luogo il misterioso Grande Rito. È anche un momento particolarmente propizio per invocare l’amore e i buoni sentimenti nella nostra vita, attraendoli a noi.

Litha
21/22 giugno – Conosciuta anche come Festa delle Erbe, è l’antica Festa di Mezza Estate, celebra l’avvento della Grande Madre Primordiale, che ha luogo con il Solstizio d’Estate e che è rappresentato dalla terra che trabocca della sua fertilità ed è ormai pronta per regalarci i suoi dolci frutti. Anticamente era usanza raccogliere le erbe medicinali e quindi è un momento molto adatto per invocare la buona salute.

Lammas
1 agosto – Conosciuta anche come Festa del Raccolto, è la prima delle tre Feste consacrate al Raccolto e ne costituisce anche l’apice. È un momento particolarmente importante per ringraziare gli Antichi Dei per i loro generosi doni, affinché possiamo continuare a prosperare anche nei mesi che verranno.

Mabon
21/22 settembre – Conosciuta anche come Secunda, è la seconda Festa consacrata al Raccolto che cade in prossimità dell’Equinozio d’Autunno. Secondo le usanze della Vecchia Religione è un momento in cui rinnovare la propria scelta e riaffermare la propria libertà, mangiando il frutto proibito della conoscenza nel corso della celebrazione di un rituale molto particolare e misterioso.

Altre celebrazioni pagane

Befania
5/6 gennaio – Nel Culto di Diana si celebra il buon andamento dell’anno, invocando Domina Oriens (Diana) affinché possa concederti i suoi favori e proteggerti dalle insidie della vita.

Templum Dianae
13 agosto – È l’antica Festa di Diana, un momento particolarmente importante per ringraziare Madonna Horiente (Diana) per ogni grazia ricevuta e per propiziarsi i suoi favori anche per i mesi a venire.

Letteratura dedicata

È possibile approfondire la conoscenza di ognuna di queste importanti celebrazioni dell’anno rituale o magico attraverso una letteratura apposita che ne descrive anche il folklore, la simbologia e le antiche usanze connesse ad ogni festa.

Puoi trovare tutte queste interessanti informazioni nel libro La Vecchia Religione e su Vivere la Vecchia Religione puoi trovare anche descritto come celebrare in modo solitario ognuna di queste otto Feste del Fuoco che costituiscono la Ruota dell’Anno.

Per chi segue invece il cammino Wicca, può trovare una eccellente guida dedicata alla comprensione e alla celebrazione delle otto feste della Ruota dell’Anno nel libro La Visione del Sabba: i Rituali della Wicca, in cui troverai descritta anche la celebrazione del Grande Rito.

Per quel che concerne un ulteriore e diverso modo di celebrare la Festa delle Ombre o Notte degli Spiriti potrai trovare adeguate informazioni nel libro Striaria: Grimorio di Stregoneria Rituale (oppure nel Grimorio di Striaria) che contiene anche tutte le pratiche legate al Culto degli Antenati.

Per quel che riguarda infine le celebrazioni che fanno parte del Culto di Diana, ovvero la Befania e il Templum Dianae, potrai apprendere il folklore e le vecchie usanze di questi antichi riti solamente leggendo Il Vangelo di Diana (oppure nel Grimorio di Aradia) che illustra anche nel dettaglio come celebrarli.

Copyright © 2018 Aradia Edizioni

Questo articolo può essere liberamente condiviso, linkato, rebloggato, ma non può essere copiato o trascritto (con il solito copia e incolla) fuori dal blog di Aradia Edizioni.

La ruota dell anno